< Torna indietro
10 agosto 2017

Ultime dal Sud del Mediterraneo

Osservatorio Permanente sulle Economie del Sud Mediterraneo


LUGLIO 2017


EGITTO

3  luglio
Il movimento palestinese Hamas, al potere a Gaza, ha dato il via alla costruzione di una nuova zona cuscinetto lungo il confine con l’Egitto.


LIBIA

5 luglio
Il generale Khalifa Haftar ha annunciato che Bengasi, la seconda maggiore città della Libia, è stata liberata dalla presenza di estremisti islamici dopo tre anni di combattimenti.

13 luglio
Milizie che appoggiano il Governo di Unità Nazionale libico insediato a Tripoli hanno compiuto notevoli avanzate a est della capitale ai danni di formazioni armate, che rispondono all’ex premier Khalifa Ghwell.
 
17 luglio
Il Presidente del Consiglio libico, Fayez al Sarraj, ha annunciato elezioni del Capo dello Stato e del Parlamento nel marzo 2018, basate sui principi del diritto di cittadinanza e dell’uguaglianza di tutti i cittadini libici.

20 luglio
L’Unione europea annuncia lo stanziamento di 10 milioni di Euro per gli aiuti umanitari in Libia.

27 luglio
Sarraj chiede al Governo italiano un sostegno tecnico con unità navali al contrasto del traffico di esseri umani. La richiesta è all’esame del Ministero della Difesa italiano.

28 luglio
Accordo tra il Presidente del Consiglio presidenziale di Tripoli Fayez Sarraj e il comandante dell’Esercito nazionale libico Khalifa Haftar per tenere elezioni in Libia la prossima primavera. I due leader si sono riuniti con il Presidente francese Emmanuel Macron e l’inviato speciale dell’ONU per la Libia, Ghassan Salamè.

 

 


MAROCCO

21 luglio
Le autorità di Spagna e Marocco hanno limitato il traffico di merci alla frontiera di Ceuta, per facilitare l’operazione “Paso del Estrecho”, da fine luglio agli inizi di agosto, per il previsto ritorno di turisti e magrebini nel Paese.

24 luglio
Transparency Marocco con Human Right Watch e Amnesty International ritengono che il Governo marocchino sia colpevole di non aver fatto abbastanza contro la corruzione e il sostegno dei diritti civili. Il Primo Ministro El Othmani ha sciolto la Commissione nazionale anti-corruzione.
 

TUNISIA

7 luglio
Il Presidente della Repubblica tunisino, Beji Caid Essebsi ha ribadito la posizione della Tunisia per la soluzione a due Stati del conflitto israelo-palestinese con le frontiere al giugno 1967 e Gerusalemme come capitale della Palestina.

11 luglio
La Commissione europea ha approvato il versamento di 100 milioni di euro in forma di prestiti alla Tunisia per assistenza.

 

Fonti: Ansa; Ansamed; Il Sole24Ore; BBC World; Reuters; AlJazeera English, News Mercati