< Torna indietro
20 ottobre 2017

Ultime dal Sud del Mediterraneo

Ultime dal Sud del Mediterraneo


Osservatorio Permanente sulle Economie del Sud Mediterraneo


SETTEMBRE 2017


ALGERIA

5 settembre
Il ministro dell’Interno algerino, Noureddine Bedoui, nel corso dell’incontro con i funzionari della Direzione generale delle libertà e degli affari giuridici, ha affermato che per assicurare la riuscita delle elezioni locali del prossimo 23 Novembre, ci dovrà essere una grande mobilitazione da parte di tutti i soggetti coinvolti.
Questo contribuirà al consolidamento delle istituzioni costituzionali e alla consacrazione della democrazia.

22 settembre
L’assemblea popolare nazionale algerina ha votato a maggioranza il programma del nuovo governo guidato dal premier Ahmed Ouyahia.
Secondo quanto affermato dal presidente della Camera bassa, Said Bouhadja, i voti a favore sono stati 341, quelli contrari 64 e 13 le astensioni.

EGITTO

12 settembre
Il ministro degli Esteri Angelino Alfano, ha incontrato a Londra il ministro degli Esteri egiziano, Sameh Shoukry, per discutere e trattare diversi temi di interesse comune e per approfondire la questione legata alla scomparsa dell’avvocato della famiglia Regeni, Ibrahim Metwaly.

14 settembre
Incontro al Cairo tra l’ambasciatore italiano Giampaolo Cantini e l’ambasciatore egiziano Hismar Badr,  dopo aver presentato le credenziali a Ayman Musharafa, direttore del dipartimento del protocollo del ministero degli Esteri egiziano.
I due diplomatici hanno ribadito di voler consolidare maggiormente le relazioni fra i due paesi e cercare di ottenere la verità sul caso Regeni.

LIBIA

5 settembre
Incontro a Roma tra il Ministro dell’Interno, Marco Minniti, ed il generale libico Khalifa Haftar, visti i rilevanti interessi che l’Italia ha nel paese NordAfricano, per quanto riguarda l’energia e i migranti.

15 settembre
Durante la riunione del Comitato italo-libico al Viminale presieduto dal ministro Marco Minniti, si è concordato di sostenere l’impegno della Libia nel controllo dei confini meridionali, attraverso un progetto italiano, finanziato dall’Unione Europea, si tratta di una missione con gli obiettivi di garantire la sicurezza del personale delle Nazioni Unite nel Paese, realizzare una base logistica per le attività operative della Guardia di confine ed arginare i flussi di migranti che premono in corrispondenza dei confini del Niger e Ciad.

20 settembre
Il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, ha sollecitato l’Onu a tornare in Libia, per trattare sulla questione dei migranti, ponendo l’accento sul miglioramento dei diritti umani.


TUNISIA

11 settembre
Il premier tunisino, Youssef Chahed, ha illustrato il programma del suo secondo governo e la volontà di voler incassare la fiducia del Parlamento.

13 settembre
Il consiglio superiore degli imprenditori libici e tunisini, ha organizzato una conferenza internazionale che si terrà a Tunisi il 7 Ottobre dedicata al settore petrolifero in Libia con lo scopo di presentare i nuovi progetti nel campo della perforazione della prospezione di nuovi giacimenti e di attirare nuovi investimenti.

22 settembre
I dati pubblicati dalla Fipa, precisano che il settore che ha registrato la migliore performance è quello dei servizi con un +36,7% seguito da quello industriale con un +29,8%, mentre sono in calo i settori energetici e agricoli con un -5,7% ed un -64,7%.
 
27 settembre
Il direttore del dipartimento dei programmi dei paesi del Maghreb, Ahmed Salah Hariri, ha ribadito che la Banca Islamica di sviluppo (Bid) ha elargito alla Tunisia 1,5 miliardi di dollari di aiuti, sotto forma di prestiti a basso interesse.
La nuova strategia della Bid, si basa sul rafforzamento dell’integrazione sociale, lo sviluppo globale e il contributo allo sviluppo delle infrastrutture.

 

 

 

 

Fonti: Ansa; Ansamed; Il Sole24Ore; BBC World; Reuters; AlJazeera English, News Mercati