Share this post:
November 15, 2022
Post tags
#premioeconomiainternazionale , ##premiomanzitti

Premio "Economia Internazionale" e "Francesco Manzitti" 2022

Lorenzo Bini Smaghi e Alessandro Profumo

 

MOTIVAZIONI PREMIO “ECONOMIA INTERNAZIONALE” A LORENZO BINI SMAGHI

Il premio “Economia Internazionale” 2022 è attribuito al Professor Lorenzo Bini Smaghi per i suoi contributi in economia monetaria internazionale le sue analisi teoricamente fondate dei problemi dell’economia italiana ed europea.

 

Il Professor Lorenzo Bini Smaghi è attualmente Presidente della Société Generale. È contestualmente Senior Fellow alla Luiss School of European Political Economy. Nel 2012 è entrato a far parte del Centro per gli affari internazionali dell’Università di Harvard.

Da giugno 2005 a Dicembre 2011 è stato membro del Comitato Esecutivo della Banca Centrale Europea.

Tra il 1998 e il 2005 è stato Direttore Generale per i rapporti finanziari internazionali del Ministero dell’Economia.

Nel 1983 è entrato come economista nel Servizio Studi Della Banca D’Italia, da dove, nel 1994, è stato chiamato a dirigere la Divisione analisi e pianificazione dell’Istituto Monetario Europeo.

Nel corso della sua lunga e prestigiosa carriera è stato Presidente di SNAM e SACE e membro dei Consigli di amministrazione di Finmeccanica, di MTS, della Banca Europea degli Investimenti e di Morgan Stanley International.

 

È autore di numerose pubblicazioni su tematiche monetarie e finanziarie internazionali, tra cui diversi libri, quali “Il paradosso dell’euro: luci e ombre dieci anni dopo” (2008); “33 false verità sull’Europa” (2014); “La tentazione di andarsene. Fuori dall’Europa c’è un futuro per l’Italia”? (2017).

In queste opere e nei suoi articoli, sia scientifici che sulla stampa quotidiana, Bini Smaghi ha sempre difeso con forza il progetto di costruire un’Europa unita, a cominciare dall’adozione della moneta unica.

Egli, quindi, ha criticato con lucidità e asprezza quanti mettono in discussione questo progetto usando l’Europa come capro espiatorio di scelte politiche sbagliate dei governi nazionali e delle situazioni critiche che da esse derivano.

In questa prospettiva, a parere di Bini Smaghi, la stessa Italia può superare le difficoltà e i problemi che la affliggono adottando riforme e scelte di policy che consentano ad essa di tornare ad essere protagonista, come è stata in passato, dell’ambizioso progetto di costruire un’Europa unita economicamente e politicamente.

 

È un grande onore per l‘Istituto di Economia Internazionale attribuire, per il 2022, i premi Economia Internazionale e Famiglia Manzitti ad uno studioso che ha fornito contributi di estrema rilevanza sia alla teoria macroeconomica sia all’analisi dei gravi problemi emergenti nell’economia italiana ed europea.

 

MOTIVAZIONI PREMIO “FRANCESCO MANZITTI” A ALESSANDRO PROFUMO

Il premio "Francesco Manzitti” 2022 è attribuito al dottor Alessandro Profumo per la spinta verso l’innovazione, ma allo stesso tempo per l’attenzione data alla formazione dei giovani e alla sostenibilità ambientale di un’impresa come Leonardo che deve essere considerata tra i maggiori player internazionali del comparto aerospaziale, della cybersicurezza, della comunicazione e della digitalizzazione per supportare i processi di trasformazione aziendale e le crescenti esigenze nei più svariati ambiti di applicazione.

 

Il dottor Profumo è amministratore delegato di Leonardo S.p.a. dal 2017, e tra le altre cariche riveste quella di Presidente onorario di AIAD – Federazione Aziende Italiane per l’Aerospazio, la Difesa e la Sicurezza – e di membro del Consiglio della Fondazione IIT (Istituto Italiano di tecnologia), oltre che insignito dell’onorificenza di Cavaliere del Lavoro e di Grande Ufficiale Ordine al merito della Repubblica Italiana.

 

Inizia la sua carriera nell’ambito della consulenza aziendale per poi passare al settore bancario dove raggiunge importanti posizioni e ricopre incarichi di vertice sia a livello nazionale che internazionale. Nel 2012 viene nominato dal Commissario europeo per il Mercato interno e i Servizi a far parte di un gruppo di esperti europei “High Level Expert Group” e successivamente diventa Presidente della European Banking Federation a Bruxelles e dell’International Monetary Conference a Washington.

Dopo incarico di consigliere in ENI, diventa Amministratore delegato di Leonardo dove ha intrapreso alcune azioni innovative come la creazione di una nuova unità organizzativa dedicata alle attività commerciali, il rafforzamento della rete diplomatica, un’unica funzione per la comunicazione a tutti gli stakeholder e una nuova organizzazione dedicata alle persone e all’istituzione di processi efficienti. Tali azioni sono confluite nel nuovo Piano Industriale 2018 - 2022.

 

Da sempre molto sensibile ai temi della sostenibilità, del sociale e della formazione, il Dr. Profumo in Leonardo ha dato un’accelerazione degli investimenti in ricerca e sviluppo. Essi hanno portato a risultati eccellenti per l’azienda da considerare oggi come globale e solido motore di sviluppo tecnologico. Brevetti per nuove tecniche, soluzioni innovative per la riduzione dell’impatto ambientale, laboratori di ricerca (Leonardo Labs che si trovano a Genova dove lavorano 30 ricercatori sia italiani che stranieri) sempre più rafforzati: tutto ciò ha avuto anche l’effetto di un incremento nell’assunzione di alte professionalità, soprattutto di giovani sotto i 30 anni.

Fortemente convinto dell’importanza della formazione, il Dr. Profumo ha considerato una sfida importante quella di trattenere i giovani ad alto potenziale su cui il paese ha investito risorse. Da qui la necessità di rafforzare la collaborazione tra imprese e il mondo della formazione (dalle scuole alle università) per creare quello che lui ha definito il “patto delle competenze”.

Riconoscendo la centralità del capitale umano per la competitività dell’azienda, il dottor Profumo ha promosso importanti investimenti in formazione, aggiungendo valore alla catena dell’indotto e puntando sulla ricerca e sviluppo che porterà a Genova un investimento di circa 120 milioni in 5 anni.

 

È un grande onore per l’Istituto di Economia Internazionale attribuire il premio “Francesco Manzitti” 2022 ad un imprenditore che ha messo al centro della sua strategia la sostenibilità ambientale, l’innovazione, la formazione, i giovani e le donne, ispirandosi ai criteri ESG (Environmental, Social, Governance) e che ha portato Leonardo S.p.a. in un posizionamento strategico non solo in Italia ma anche all’estero, nonostante le difficoltà dell’economia.

Related Posts

December 1, 2019

Premio “Economia Internazionale” e "Francesco Manzitti" 2019

Francesco Giavazzi e Giuseppe Bono   MOTIVAZIONI PREMIO “ECONOMIA INTERNAZIONA...

Continue
December 1, 2010

Premio "Economia Internazionale" e "Francesco Manzitti" 2010

Oscar Garavello e Alessandro Garrone   MOTIVAZIONE PREMIO “ECONOMIA INTERNAZIONALE&...

Continue
December 1, 2016

Premio “Economia Internazionale” e "Francesco Manzitti" 2016

Vito Tanzi e Roberto Cingolani   MOTIVAZIONI PREMIO “ECONOMIA INTERNAZIONALE&r...

Continue
Back to the top

Institute for International Economics
of the Genoa Chamber of Commerce


Istituto di Economia Internazionale
Camera di Commercio di Genova
Via Garibaldi, 4 (III piano) - 16124 Genova (Italy)
www.ge.camcom.gov.it